MagicLand ESCLUSIVA Intervista a Paolo Matteucci, AD del parco

Se ti è piaciuta la notizia, seguici su facebook

MagicLand ESCLUSIVA Intervista a Paolo Matteucci, AD del parco

Tutto iniziò esattamente 5 anni fa. Giuseppe Taini, alla presenza delle autorità locali, tagliò il nastro tricolore dando vita a Rainbow MagicLand. Proprio come un neonato, il parco divertimenti di Roma col passare del tempo ha imparato a camminare raggiungendo, in alcuni casi, anche risultati sorprendenti.

Per l’occasione abbiamo intervistato Paolo Matteucci, Amministratore Delegato di Rainbow MagicLand.

- Rainbow MagicLand è stato inaugurato il 25 maggio 2011 e aperto al pubblico il giorno dopo. In questa stagione, quindi, il Parco compie 5 anni. Festeggerete il compleanno di Rainbow MagicLand? Ci sarà un evento, magari in estate, completamente dedicato ai festeggiamenti?

I cinque anni per il parco sono sicuramente un traguardo che viviamo con l’orgoglio dei risultati raggiunti. Rainbow MagicLand è oggi una realtà consolidata nel panorama nazionale e che ha accolto circa 3.5MIO di visitatori e ha sempre più ampie ambizioni nel mercato internazionale, in espansione anche grazie alle partnership con operatori turistici esteri.
Il 5° compleanno lo festeggeremo ripercorrendo le esperienze che i nostri visitatori hanno vissuto con noi dal 2011, attraverso il coinvolgimento di tutti sulla nostra pagina Facebook. Essere parte del mondo MagicLand è proprio nella condivisione di questi momenti, del divertimento, euforia, sorprese, eventi speciali e unici che ci vengono raccontati quotidianamente con foto e email.
Poi il 25 giugno festeggeremo il lancio d’estate con una triplette di eventi imperdibili: l’inaugurazione del primo Virtual Coaster in Italia, un evento coloratissimo con i cosplayer e fino a sera tarda l’evento di Tuning. Sempre a giugno il Palabaleno ospiterà il restaurant & show Excalibur – Il torneo dei cavalieri, dove le sfide dei temerari cavalieri terranno banco durante un succulento banchetto medievale.
Le sorprese non si fermano certo qui e il palinsesto estivo riserva ancora molte novità.

- Quest'anno si sta svolgendo il Giubileo della Misericordia a Roma. Pensi che questo grande evento possa portare benefici anche al vostro Parco? State adottando qualche strategia per intercettare i flussi in arrivo nella Capitale?

Rainbow MagicLand da sempre lavora sul segmento turistico e, nella fattispecie, anche con i gruppi religiosi con ottimi riscontri. A maggior ragione durante il Giubileo della Misericordia abbiamo voluto sviluppare con tutte queste realtà dei contenuti dedicati, che rendano sempre più integrata alle richieste specifiche, un’offerta ampia ed eterogena.
E’ in quest’ottica è stata rafforzata una collaborazione con l’ANSPI, con la quale per tutto il periodo estivo saranno portati avanti dei veri e propri percorsi ludico-formativi che consentiranno ai ragazzi di divertirsi e scoprire contestualmente la storia del Giubileo.
Una proposta attiva e unica per oratori, centri estivi e parrocchie, pensata e realizzata ad hoc da animatori di oratorio, “perfettamente sintonizzati” con i ragazzi. Ma anche un viaggio speciale tra arte, animazione e cultura per gruppi parrocchiali organizzati in gita al parco e per famiglie che desiderano approfondire il tema della Misericordia tra gioco e animazione.

- Nella conferenza stampa del 29 aprile 2015, Giuseppe Taini ha parlato di miglioramento dell'"Esperienza Parco" da conseguire negli anni successivi. Con grande piacere abbiamo notato in questa stagione alcuni interventi che sono stati effettuati per il miglioramento della scenografia e della fruibilità di Rainbow MagicLand. Potresti anticiparci qualche intervento che avete previsto di realizzare?

Siamo sempre molto attenti a regalare ai nostri ospiti un’esperienza sempre viva, magica e che possa durare nel tempo, anche oltre la visita. Rainbow MagicLand è un intero mondo di attrazioni, spettacoli, musica, eventi – che rinnoviamo costantemente per accontentare i gusti di tutti i nostri visitatori.
Anche per questo, oltre a numerosi interventi strutturali realizzati sulle nostre scenografie, abbiamo intensificato anche le attività di animazione all’interno del Parco, accontentando la richiesta di tutte le famiglie e bambini fan della nostra amatissima mascotte Gattobaleno. A fargli compagnia, arrivano Mia, Yuko, le Winx e tutti i personaggi del parco che in più momenti della giornata animano la Magic Street e altre aree, per incontrare e scattare foto. Come condividerle con parenti e amici? Con il nuovo WI-FI gratuito del parco. Altro intervento importante che abbiamo fatto per garantire una fruizione ottimale di ogni tipo di servizio. E sono moltissime le foto con hashtag #Rainbowmagicland che vengono postate per condividere il proprio divertimento. Di questo siamo davvero lusingati e siamo costantemente al lavoro per costruire un’esperienza sempre più interattiva. Un esempio? Stiamo sviluppando l’APP del Parco, che consentirà di vivere Rainbow MagicLand in un modo tutto nuovo.
Per i prossimi anni, abbiamo un progetto di divisione del parco in aree della magia, che connotino con colori, dettagli, segnaletiche tutti i mondi che compongono MagicLand.

- Quest’anno avete cambiato il titolo del Parco, definendolo (giustamente) come “Il più grande Parco divertimenti di Roma”. Prendiamo allora in considerazione il principale tra i vostri concorrenti romani: perché un visitatore dovrebbe andare a Rainbow MagicLand e non a Cinecittà World?

Quello che possiamo sottolineare sono i nostri punti di forza: un visitatore che sceglie Rainbow MagicLand, quando varca i cancelli del nostro parco divertimenti entra in un luogo incantato dove il sogno e la magia rendono ogni cosa possibile. Le 38 attrazioni uniche ed originali, tra montagne russe, torri di caduta, giochi acquatici e per bambini, in linea con i più importanti standard internazionali, le quattro aree dedicate ai più piccoli, un calendario eventi sempre originale e ricco di sorprese e cinque aree show con spettacoli che in ogni stagione vengono rinnovati, garantiscono ai visitatori un livello di qualità sempre elevato. Inoltre, per soddisfare gusti e palati diversi ci sono 4 ristoranti dove è possibile gustare i cibi più appetitosi avvolti in magiche atmosfere; e poi, ancora bar e chioschi, un’area pic-nic ben attrezzata, negozi a tema per acquistare gadgets e souvenir e concedersi il piacere dello shopping. Rainbow MagicLand è inoltre il terzo parco italiano per estensione con 600 mila mq di superficie territoriale e con enorme attenzione al green: è dotato infatti di uno dei più grandi parcheggi fotovoltaici realizzati in Italia, su una superficie di 60.000 m2, che produce 6,5 Megawatt di energia pulita, pari a circa il 75% del fabbisogno energetico del Parco. Questo, insieme alla professionalità del personale che lavora e gestisce l’intera struttura, fa di Rainbow MagicLand il più grande Parco divertimenti del centro sud.

- A quando nuove attrazioni?

La richiesta del pubblico è stata proprio crescente sulle attrazioni che sfruttano le tecnologie di ultima generazione. Ed è per questo che da giugno partiremo introducendo per primi in Italia la realtà aumentata su un coaster. Il nuovo Virtual coaster sarà infatti l’Olandese Volante, una montagna russa, Mine Train dal fascino irresistibile e adatta per tutta la famiglia, capace di far volare fra brividi e magia. I visitatori sentiranno tutta l’adrenalina in circolo a bordo della famosa nave fantasma dei pirati per un doppio giro fra le nebbie, su una delle montagne russe più affascinanti di MagicLand. Questa volta il pirata li accoglierà per un viaggio unico a 360°!

Ringraziamo Paolo Matteucci e lo staff di Rainbow MagicLand per la loro disponibilità.

Noi di theParks.it auguriamo un buon compleanno al più grande Parco divertimenti di Roma.

Intervista a cura di Emanuele Di Bisceglie

Commenti

  • nessun commento

Per lasciare un commento bisogna essere registrati: Login o Registrati.