[POV] Energylandia Alla scoperta del megacoaster più alto d'Europa

di (Hermy),
Se ti è piaciuta la notizia, seguici su facebook

 [POV] Energylandia - Alla scoperta del megacoaster più alto d'Europa

Come molti di voi sapranno l'expedition autunnale di TheParks.it si è tenuta in Polonia, alla scoperta di parchi del tutto nuovi per la nostra community di appassionati.

Tappa fondamentale di #expelandia (questo l'hashtag ufficiale del viaggio) è stato il nuovo parco divertimenti di Energylandia, sito a Zator, a circa un'ora di viaggio da Katowize.

Il parco si presenta con un'entrata tipica "a castello" oltrepassata la quale ci sono diverse aree tematiche dedicate a bambini e adulti. La punta di diamante del parco è sicuramente il megacoaster più alto d'Europa; stiamo parlando ovviamente di Hyperion, montagna russa di casa Intamin inaugurata a luglio di quest'anno.
La coda richiama attrazioni futuristiche e iperspaziali a cui siamo abituati. Si tratta di un percorso piuttosto lungo ma ben tematizzato tra luci blu, led colorati, schermi che narrano di un ipotetico viaggio nello spazio. Una grande sala raccoglie tutti gli ospiti che sono invitati a diversi in 3 grandi code che coincideranno con la scelta della parte del treno su cui si vuole salire. La zona 1 garantisce l'accesso alla prima fila composta da 4 sedute con (purtroppo) l'uso di occhialini.


[Video offride e della coda di Hyperion ad Energylandia]

Il coaster è perfettamente godibile con una drop davvero impattante, dei camelback presi molto bene e una seconda parte di tracciato forse un poco più "easy".
Energylandia vanta poi un secondo rollercoaster di rilievo: si tratta di Formula, un launched Vekoma piuttosto soft ma che comunque è consigilabile provare. I colori sono gli stessi di tutti i coaster ambientati nel tema "italiano" legato alle macchine da corsa.
Al parco polacco, poi, sono presenti molte flat ride a corredo di un'offerta di E-ticket che si limita ad Hyperion, Formula e alla novità 2018 Speed, il watercoaster fotocopia di Divertical (Mirabilandia).



[POV di Hyperion ad Energylandia]

I ristoranti principali sono tre: quello vicino all'ingresso con cucina tipica polacca e austriaca, un secondo ristorante più internazionale e infine un punto ristoro con cucina italiana. Altri chioschi sono comunque disseminati in tutto il parco. Unica nota negativa l'attesa per ricevere i piatti che seguono un ordine predefinito e, a volte, occorre aspettare anche mezzora per ricevere la carne o i tortelli ordinati (questi, infatti, sono i piatti tipici venduti nei chioschi).

Energylandia, nella persona di Kris Kodjer ci ha accolti con molto calore spiegandoci ogni parte del parco e dispensando curiosità e informazioni anche sul futuro del parco. Nel 2020, infatti, al parco verrà costruito un wooden coaster di casa Rocky Mountain e di distribuzione Vekoma. Insomma, un ottimo motivo per tornare!

Il costo di un biglietto per Energylandia è di circa 28 euro e il parco è aperto durante la stagione regolare dalle 10 alle 18.

Commenti

  • nessun commento

Per lasciare un commento bisogna essere registrati: Login o Registrati.

Lo sapevi che...
I Rollercoaster in Italia sono chiamati "montagne russe" e in Russia "montagne americane"?
Cerca parco