Rainbow MagicLand Resoconto a tre anni dall'apertura

Se ti è piaciuta la notizia, seguici su facebook

Rainbow MagicLand Resoconto a tre anni dall'apertura

Una grande torta posta sulla fontana nella piazza principale del parco, bandiere appese sui lampioni lungo le strade, un concorso per bambini e una strepitosa banda che per tutti i sabati di giugno ha vitalizzato le strade del parco. Il 25 maggio 2014 Rainbow MagicLand ha compiuto 3 anni di vita. Si era mai festeggiato il compleanno di Rainbow MagicLand prima di questa stagione? Evidentemente no. Non era ritenuto importante, non era tra le priorità, si preferiva investire in altro e non era il tipo di eventi che il parco voleva organizzare.

Dopo tre anni si è data importanza ad un evento completamente legato a Rainbow MagicLand, primo e chiarissimo esempio che le cose stanno cambiando. In realtà già dai mesi precedenti l'apertura di questa nuova stagione c'è stata un po’ di speranza per una rinascita del parco divertimenti di Roma. Nel novembre del 2013 giunse una notizia sorprendente: la dirigenza di Rainbow MagicLand subì un restyling alquanto notevole. Stefano Cigarini non era più Amministratore Delegato del parco. Colui che aveva guidato le sorti della struttura da ottobre 2011 ad ottobre 2013 non lavorava più per Rainbow MagicLand. E con lui andarono via molte altre persone, che avevano reso il parco una location per variopinti eventi ed originali trovate... una fiera di paese, una festa per VIP. Non un parco divertimenti, ma un set televisivo; non un luogo per famiglie, giovani e anziani, ma un luna park per coatti sotto il nome improprio di “Magicland” (nome da dimenticare! Il nome del parco è Rainbow MagicLand!).

Oggi non è più così. Oggi Rainbow MagicLand è diventato un parco divertimenti.

Insieme a Gattobaleno una nuova dirigenza si è fatta sentire.

Corrado Buonanno è oggi Consigliere Delegato. Ha lavorato come Amministratore Delegato e Presidente di Sony Computer Entertainment Italia ed è stato Vice Presidente Sales & Marketing di Sony Computer Entertainment Europe.

Marina Cipriano è la nuova Direttrice Commerciale e Marketing. Ha lavorato come Country Head di Walt Disney Italia ed è stata Direttrice del Marketing e delle Vendite di Disneyland Paris.

Andrea Gasperoni è invece Direttore Generale. Già Direttore Operativo di Rainbow MagicLand, è stato anche Direttore del Parco e del Personale di Mirabilandia.

Paolo Lanfredini si conferma come direttore artistico del parco.

Esaminiamo insieme tutti i cambiamenti che possiamo riscontrare oggi al parco.

Parte del marketing è gestito in collaborazione con l’Agenzia Marketing e Comunicazione – Gruppo Roncaglia, che ha tra i propri clienti grandi marchi come Mercedes-Benz, Play Station, Roma Capitale, Rai, A.S. Roma, Telecom Italia, FOX, Rocchetta, Jaguar, Land Rover ed oggi anche Rainbow MagicLand e Miragica. L’immagine del parco attraverso il marketing è drasticamente cambiata. Sono stati eliminati tutti gli elementi in contrasto con l’immagine di un parco divertimenti. Si è data importanza alla mascotte e alla vocazione familiare della struttura. Lo slogan del parco da “Magicland – Magico Divertimento” è diventato “Rainbow MagicLand – La vera Magia è che non crescerai mai” e “Rainbow MagicLand – La vera Magia è divertirsi insieme”. Grazie ad un accordo con Atac, per tutto luglio ed agosto, la stazione Flaminio della metropolitana di Roma è completamente tappezzata dalla pubblicità del parco e negli spot televisivi non compaiono più le miss degli eventi delle stagioni passate. Il sito del parco è stato reso più colorato e meno abbozzato, mantenendo una semplicità notevole nella consultazione.

Si possono fare delle considerazioni positive sulla nuova gestione del listino prezzi. Il biglietto normale, acquistato alle casse senza promozioni, è ancora di €35 per l’intero e €28 per il ridotto (bambini fino a 10 anni). Tuttavia il parco ha messo a disposizione l’acquisto del biglietto online con prezzo dinamico. Acquistando il ticket d’ingresso in anticipo e scegliendo la data di visita, il prezzo del biglietto varierà a partire da €22 per l’intero e da €19 per il ridotto. Il prezzo salirà e scenderà in base alla data scelta, alle festività e all’affluenza prevista. Organizzandosi bene e in anticipo si riuscirà a risparmiare fino a €13 per un biglietto intero e €9 per un ridotto. L’abbonamento ora ha un costo di €49 (anziché €90) e il biglietto serale di €15. I bambini fino ad un metro entrano gratis.
Sul sito del parco si possono acquistare numerosi pacchetti parco+navetta e parco+hotel assolutamente convenienti.

Grazie ad una grande promozione, per tutta l'estate i bambini fino a 10 anni entrano gratis!!

L’Info Point è stato spostato dalla destra alla sinistra della piazza d'ingresso del parco. Ora si trova nel vecchio edificio che ospitava il Magic Bar (praticamente mai utilizzato). Da uno (o due) sportelli con fila sotto al sole, ora si ha un vero e proprio ufficio per i clienti, con queue line all’interno del locale climatizzato. Molto più comodo per tutti, sia per i visitatori che per i dipendenti del parco che possono lavorare in un ambiente più confortevole.

Per migliorare la visita nella struttura sono state cambiate completamente le mappe cartacee del parco. Le attuali sono molto più grandi e, oltre a contenere la mappa in senso stretto, danno informazioni sul Magic Pass, su Illusion (spettacolo novità 2014, di cui parleremo più avanti), sui 4 ristoranti del parco e su tutti gli spettacoli. Con una grafica più accattivante rispetto alle precedenti, fa molto “parco divertimenti”. Subito dopo i tornelli è stata posizionata una sorta di “bacheca” che contiene le mappe e le locandine con gli orari di tutti gli spettacoli.

All’interno di Rainbow MagicLand il verde comincia a notarsi. Il parco ha investito parecchi soldi per la piantumazione di ulteriori 13.000 nuovi alberi e piante. Le zone verdi sono molto più curate rispetto alle passate stagioni e non è raro trovare giardinieri al lavoro per mantenere le aiuole sempre in buone condizioni. In giro per il parco sono stati aggiunti numerosi vasi contenti fiori, che rendono il parco un po’ più vivo. Il tutto si aggiunge alla notevole crescita delle piante e degli alberi messi a dimora 4 anni fa, durante la costruzione del parco. Intorno al perimetro del parco sono stati aggiunti centinaia di alberi che, crescendo, isoleranno completamente Rainbow MagicLand dall'esterno (creando un "mondo a parte")!

Sono stati anche effettuati numerosi interventi nelle attrazioni del parco. Di seguito i dettagli.

In Demonia, la horror house del parco inaugurata ad ottobre 2013, è stata eliminata l'ultima ed inutile stanza per ricavarne un negozio. Sono stati spostati alcuni animatronics per creare quell’effetto sorpresa utile anche per le foto che vengono scattate nell’attrazione e messe in vendita nel nuovo negozio. Non è raro trovare alcuni attori all’interno. In questo caso bisogna essere un po’ fortunati: se ne possono trovare 2, 1 o anche nessuno. Nella queue line è stato aggiunto uno schermo in cui parla la signora Demonia, che racconta la propria storia e quella della sua casa.

Ne Le Rapide è stato aggiunto il logo sul finto albero posto prima dell’entrata e il nome dell’attrazione sugli schienali dei gommoni. Non sono più attivi i getti d’acqua (subito dopo le esplosioni iniziali) e una cascata a volte non è attiva. Si dovrebbe intervenire al più presto per ripristinare questi effetti.

In Yucatan non ci sono stati miglioramenti. Servono interventi per la sistemazione degli animatronics e degli effetti. Il cancello che cade funziona ma non è integro. I totem che sono all’interno della parte alta dell’attrazione, si muovono ma non hanno più il suono della “frana” che li accompagnava. Breaker (il famoso animatronic titano-orso di Huntik) non funziona ormai da tempo. Risulta non funzionante anche il drago posto al centro del bacino d’acqua dell’attrazione. Dovrebbe muovere la testa e sputare acqua; non fa niente di tutto ciò. Quest’attrazione ha grandi potenzialità non ancora sfruttate appieno. Straordinario è l'effetto che regala la rigogliosa vegetazione nel canale iniziale dell'attrazione che precede la prima salita.

Per quanto riguarda Huntik 5D, è stato inserito un animatronic nella queue line (in precedenza si trovava nell’attrazione Demonia, ma non era valorizzato a sufficienza). Nella queue line sono stati aggiunti altri schermi: uno all'ingresso della stessa e un altro poco prima della consegna degli occhiali per il 3D, in cui viene illustrato il funzionamento dell’attrazione (pistole laser, alleati e nemici, punteggi, etc…). Purtroppo non risulta ancora attiva la sincronizzazione tra foto on ride e punteggi ottenuti durante il gioco.

In Cagliostro è stato finalmente sostituito il telo che racchiude il binario durante la salita e nella parte che precede la prima discesa. Questa sostituzione permette di far entrare molta meno luce all’interno del capannone contenente l’attrazione. Grazie anche alle luci colorate installate la scorsa stagione, Cagliostro si presenta in modo leggermente migliore rispetto alle prime stagioni. Nella queue line è stato inserito uno schermo con delle casse audio. Viene trasmesso un video in cui il Conte Cagliostro racconta la propria storia. Purtroppo, a causa del forte rumore in stazione, non è possibile comprendere appieno ciò che il personaggio racconta. La queue line è stata completamente riparata e i buchi, creati dagli ospiti durante l'attesa, non esistono più.

Nella torre di caduta Mystika, è stato inserito il punto foto. Anzi, il punto video! Durante tutta l’attività dell’attrazione viene effettuato un video agli ospiti presenti. Si potranno quindi vedere le facce dei visitatori durante la salita e la caduta libera. Il tutto è montato automaticamente con parti di video preconfezionate che raccontano la storia dell’attrazione. I visitatori possono acquistare il video della loro esperienza su DVD e/o pennetta.

L’ingresso al Regno dei Piccoli è stato in parte modificato. Il Carosello (precedentemente davanti a Maison Houdini) è stato spostato nella piazzetta che si trova appena dopo il Castello di Alfea. La “nuvola” con la scritta Regno dei Piccoli è stata riverniciata e spostata nella strada che collega la piazza del Castello alla piazza del Carosello. Si ha quindi una nuova conformazione che sancisce meglio l’inizio dell’area del parco completamente dedicata ai bambini. Non ci sono stati particolari interventi in questa zona, se non l’aggiunta della colonna sonora dei Polaretti in Polarettilandia.

Al posto del Carosello è stata inserita un’aiuola ottagonale al centro della piazza, davanti a Maison Houdini. La mad house del parco, dopo 3 anni e 3 stagioni, presenta finalmente un pre-show molto carino. Il mago Houdini si trova all'interno di un quadro (è uno schermo camuffato). Da immobile, prende vita e parla direttamente al pubblico in modo simpatico. All’interno dei corridoi sono stati inseriti nuovi elementi scenografici e la scritta Follia. E’ presente un secondo schermo ancora non attivo. Presumibilmente sarà attivato in seguito per il completamento del nuovo pre-show. Erano stati riattaccati entrambi i teli che coprivano i binari del prima ascensore. Purtroppo uno dei due si è staccato di nuovo. Ancora da completare il secondo ascensore, rimasto uguale alla prima stagione.

Per le altre attrazioni nulla da segnalare, se non il fatto che L’Isola Volante ora si alza e basta. Non è più presente la rotazione che permetteva agli ospiti di avere una visione a 360° senza muoversi sulla piattaforma.

Grandissime novità per il settore artistico, diretto da Paolo Lanfredini.

Menzioniamo immediatamente la dipartita della Magic Parade. Dopo le ultime stagioni in condizioni discutibili, è stata definitivamente eliminata.

Al Gran Teatro è stato inserito il nuovo spettacolo Buon Compleanno Winx!, in occasione dei 10 anni delle fatine del parco. Questo spettacolo ha una durata di circa 16/17 minuti. Risulta molto più colorato, movimentato e apprezzato del precedente Winx in Concert. Sono stati inseriti anche personaggi maschili che, insieme alle Winx, ballano sul palco. Ottima la scelta delle canzoni che accompagnano lo spettacolo.

Tra gli spettacoli principali del parco ritroviamo Tutti pazzi per il Musical, già presente la scorsa stagione. Ci sono state sostanziose modifiche per questo spettacolo. La più importante è probabilmente il canto dal vivo per alcune parti. Non più solo playback! I musical La febbre del sabato sera, La Bella e la Bestia, Zorro, Dirty Dancing e It’s Raining Men sono completamente cantati dal vivo dagli artisti del parco. Da segnalare la sostituzione di alcuni musical scelti con altri nuovi, il cambio di numerosissimi costumi, la dipartita di tutti i numeri circensi, il miglioramento della resa scenica di alcune parti dello show e l’implementazione scenografica sul palco (mobile, a parte i capelli d'angelo argentati fissi attaccati sulle quinte nere del teatro).

Al Piccolo Teatro va in scena il già presente Gattobaleno e la Grande Magia e il nuovissimo spettacolo Il Mistero di Mister Fog – Risate per tutti. Il Mistero di Mister Fog è uno spettacolo della durata di circa 20 minuti. È molto divertente e coinvolge piccoli e grandi, con trucchi di magia e un mago un po' pasticcione. Un'ottima aggiunta al Piccolo Teatro.

Arriviamo allo stunt show di Rainbow MagicLand. Jump è probabilmente lo spettacolo più brutto del parco. Inserito nell'antiestetica struttura installata nel 2012, ad oggi è il punto debole del settore artistico. Non è all’altezza del parco ed è deludente. Con una durata di 15 minuti, si presenta come un infinito susseguirsi di salti con le moto. La varietà in uno show serve e non basta soltanto la bravura degli stuntman. La ragazza che presenta lo show non è in grado di mantenere alta l’attenzione e chiama il parco “Rainbow”. Mai storpiare il nome ad un parco. Il parco si chiama Rainbow MagicLand, non “Rainbow” né tantomeno “Magicland”. Rainbow MagicLand! Si spera che la prossima stagione l’arena stunt show sparisca, magari per far posto ad una nuova attrazione. Per rendere l'arena meno impattante, sono stati sostituiti i teli fucsia, con teli di un più gradevole verde mela.
L'inserimento di alcuni alberi sulla destra dell'arena contribuisce ad isolare la stradina che porta ai bagni e il lato stesso dell'edificio adiacente.

Al Planetarium è stato sostituito il filmato de Il Piccolo Principe. Il filmato scelto è di nuovo Le avventure di Sammy (13 minuti circa), già presente durante la prima stagione (2011). Si dovrebbe cominciare a pensare ad un filmato diverso, per garantire un’offerta distaccata rispetto alle stagioni precedenti. C'è qualche problema con la proiezione (il filmato in alcune parti appare più scuro), alcuni proiettori potrebbero non funzionare alla perfezione; bisognerebbe intervenire. Nella queue line del planetario è stato inserito uno schermo di cui ancora non si sa la destinazione d’uso.

È possibile incontrare Gattobaleno in determinati orari alla Magic Street. E questa è una grandissima novità, in quanto nelle scorse stagioni Gattobaleno non c’era mai nel parco! Finalmente si ha la possibilità di conoscerlo in zampe e ossa!

Passiamo ora alle Fontane Danzanti, novità 2014 di Rainbow MagicLand. All’interno del lago sono state inserite queste nuovissime fontane che, ogni ora, ballano e si muovono a ritmo di musica per circa 10 minuti. I getti d’acqua possono raggiungere i 35 metri di altezza (come Shock!!). Il risultato è uno spettacolo bellissimo che riempie il lago e rende più allegre tutte le strade del parco. La musica viene diffusa attraverso un nuovo impianto audio (che sostituisce in parte le vecchie casse). Da ogni parte del lago è possibile vederle e “sentirle”, anche nelle strade che non si affacciano direttamente sullo specchio d’acqua. L’inserimento delle Fontane Danzanti è stata una scelta eccellente! Vengono proposte numerose repliche durante la giornata, sempre con musiche e danze diverse.

Le Fontane sono la base anche per il nuovissimo spettacolo serale Illusion – La notte si colora. È lo spettacolo di chiusura della giornata al parco e riassume parte delle avventure che Rainbow MagicLand offre al suo pubblico. Con una durata di circa 17 minuti, propone agli ospiti una sintesi scenografica e colorata di alcune attrazioni come Yucatan, Huntik 5D e l’Olandese Volante. Al centro del Lago è stato inserito il Castello di Nuvolania (utilizzato nel Gran Teatro nelle prime due stagioni). È la base per il videomapping 3D utilizzato durante lo spettacolo, mixato con la musica, le Fontane Danzanti spettacolarmente illuminate, le fiammate, i ballerini, Gattobaleno e le proiezioni su uno schermo d’acqua dal diametro di 20 metri. Lo spettacolo è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Paolo Lanfredini (direttore artistico di Rainbow MagicLand), Gilles Papain (che ha lavorato per la creazione di “World of Color” a Disney California Adventure), Marco Chiodo e Aquatique Show International (che ha curato la realizzazione di Disney Dreams a Disneyland Paris e ha realizzato le fontane presenti all'interno dell'hotel Colosseo di Europa Park).


(Foto di Illusion presa dalla pagina Facebook ufficiale di Rainbow MagicLand)

Il 25 luglio ha debuttato anche il nuovissimo spettacolo Asgard – Il Regno del ghiaccio. Messo in scena nel Palabaleno del parco (utilizzato in precedenza per lo show “Gladiatori”), è un ice show che sta riscuotendo un grande successo. Inseriamo il commento di Giuseppe Genova (peppe2994), collaboratore di theParks.it:

“Asgard rappresenta una chiara inversione di tendenza nella gestione degli spettacoli del parco.
Lo show consiste in 20 minuti di pattinaggio artistico su ghiaccio ad opera di 11 pattinatori professionisti.
Lo spettacolo è il primo di una trilogia che si svilupperà nei prossimi anni. La storia narra di un regno lontano governato da una regina buona, che un giorno lascia il suo scettro al giullare di corte, il quale si addormenta. L'antagonista ne approfitta per prendere il potere.

Dal punto di vista tecnico lo show è brillante. I pattinatori eseguono evoluzioni complesse contornate da una scenografia semplice ma d'impatto ed un' illuminazione perfetta, poiché interamente realizzata tramite luci led poste non solo sul tetto, ma anche lungo tutti i bordi della pista. Ciò consente un veloce cambio di atmosfera tra le varie scene accompagnate da una colonna sonora all'altezza delle situazioni narrate.

Al momento l'unica pecca evidente riscontrata è nel finale, poiché la pace tra regina buona ed antagonista avviene in maniera troppo semplicistica, fatto che potrebbe non essere gradito da un pubblico più adulto.”

Lo spettacolo Asgard è il primo passo di un’operazione più ampia di sviluppo dell’area compresa tra il Castello di Alfea e il Palabaleno. Quest’operazione terminerà nel 2016.


(Foto di Asgard presa dalla pagina Facebook ufficiale di Rainbow MagicLand)


In filodiffusione per il parco si sentono musiche completamente nuove e dedicate a Rainbow MagicLand. Una di queste canzoni è utilizzata nel finale di Asgard. Sono state quindi eliminate tutte quelle pseudo-canzoni originate dalla modifica di canzoni famose con l’inserimento del nome “Magicland”. Finalmente si sentono tutte musiche originali!

Parliamo ora della ristorazione e del merchandising.

Innanzitutto il parco ha detto addio alla Pepsi e ha dato il benvenuto alla Coca Cola come partner ufficiale. La Motta si conferma come fornitrice dei gelati del parco.

I prezzi, in generale, sono stati ridotti. Prendiamo ad esempio la Domus Aurea. Ora nessun piatto supera gli €8. Nelle passate stagioni un primo piatto per celiaci costava €12; ora costa €8. Stesso discorso per i secondi piatti. Le lasagne al ragù e la braciola di maiale a €6; stesso prezzo per gli gnocchi. Filetti di Spada alla Mugnaia o il Risotto del Pescatore a €7.

Nei negozi i gadget hanno subito un ulteriore abbassamento dei prezzi. Il peluche di Gattobaleno è in vendita a €5,99. Le magliette del parco hanno un costo variabile tra i €3,50 e i €12 (per le più elaborate). Le tazze del parco e delle attrazioni costano €1. È stata eliminata la maggior parte dei gadget non adatti al parco e che caratterizzavano in modo eccentrico e fuori luogo i negozi. Sono stati aggiunti altri gadget come i giochi dedicati alle attrazioni del parco. Un esempio: la classica battaglia navale realizzata per Battaglia Navale, la novità 2013 di Rainbow MagicLand.

Infine, non meno importante, sono stati riverniciati tutti i bagni del parco: le porte e i muri ora sono tutti colorati e non più semplicemente bianchi.
La Cambusa, il bar della Magic Street, è stato completamente ricolorato con un arancione sgargiante.
Sono stati sistemati i nebulizzatori del parco: Polaretti Ice Street. Ora i diffusori si trovano in alto, facendo scendere la nebulizzazione verso il basso. Questo permette una più completa immersione rinfrescante.

In conclusione si può dire che il parco si presenta in maniera nettamente diversa rispetto alle altre stagioni. È importante che questo impegno continui anche nelle prossime stagioni. Apprezzabili tutti i miglioramenti, come la sistemazione di alcune scenografie o l’inserimento del distributore automatico di creme solari, il tentativo di ricreare una storia intorno alle attrazioni o l’eliminazione di tutti gli eventi che non hanno assolutamente nulla a che fare con la vita del parco. La cura del verde, i nuovi spettacoli, le nuove canzoni e il listino prezzi dinamico: il risultato è evidente!

Complimenti a Rainbow MagicLand!!

Articolo redatto da Dibilele - Emanuele Di Bisceglie


(Foto di Illusion presa dalla pagina Facebook ufficiale di Rainbow MagicLand)

Commenti

  • nessun commento

Per lasciare un commento bisogna essere registrati: Login o Registrati.