Rainbow MagicLand Intervista ESCLUSIVA per Theparks

di (Hermy),
Se ti è piaciuta la notizia, seguici su facebook

Rainbow MagicLand Intervista ESCLUSIVA per Theparks

Oggi abbiamo un'esclusiva per i lettori di TheParks.it: siamo in grado di presentarvi un'intervista fatta da due nostri collaboratori (Carla Felli e Davide Capodieci) alla responsabile marketing Silvia Tracchi, che rappresenta il parco di divertimenti di prossima apertura Rainbow MagicLand (Roma).

I veri e propri parchi tematici, in Italia, si contano sulle dita di una mano. Gli abitanti di Roma e del Lazio ne desiderano uno da moltissimi anni. Non è difficile immaginare quanta attesa ci sia, adesso, attorno alla nascita del parco di Valmontone, di cui si è a lungo favoleggiato e che ora ha un nome, Rainbow MagicLand, e una data di inaugurazione: la primavera del 2011.
I futuro parco -non ci sono dubbi- sarà amatissimo dai bambini, ma ci sono anche tantissimi giovani, amanti dell’adrenalina e delle emozioni forti, che si chiedono se anche loro saranno accontentati.

Certamente, Rainbow MagicLand è un parco che offre divertimento a 360°: Alcune, tra le sue 35 attrazioni, offriranno ai giovani amanti delle emozioni forti esperienze assolutamente incredibili!


Sbirciando i lavori in corso a Valmontone, abbiamo già scorto una tematizzazione “favolistica”, che ricorda quella di Miragica, a Molfetta. Quale sarà (o quali saranno) i temi ispiratori dell’estetica parco?

Rainbow MagicLand è una terra composta da mondi fantastici che portano il visitatore a scoprire la magia del divertimento e dell’avventura. Un salto dimensionale tra castelli fatati, coraggiosi vichinghi, magiche fate, potenti stregoni e abili avventurieri


Ogni volta che si progetta un parco tematico si è costretti a scegliere come investire il budget e quale impronta dare al parco: se privilegiare una scenografia eccellente oppure spendere molto denaro in attrazioni meccaniche all’avanguardia. Cito i due campioni di queste due specialità: da una parte Disney’s Magic Kingdom (un vero regno dei sogni, ma inevitabilmente privo di emozioni forti) e dall’altra Six Flags Great Adventure (che offre dei rollercoaster da primato, ma in cui dominano cemento e acciaio). Ipotizziamo un budget di “100”: in che proporzione lo dividereste tra “cartapesta” e “binari”, ovvero tra scenografia e meccanica? Ma non diteci 50 e 50…

No, non le dirò 50 e 50, ma senza dubbio posso dirle che dipende dalla tipologia di attrazione: ci sono attrazioni adrenaliniche come ad esempio il Launched Coaster che non hanno bisogno di grandi tematizzazioni la meccanica in questi casi è adrenalina pura e tanto basta. Ci sono altre attrazioni, invece, che per raggiungere l’obbiettivo e comunicare il proprio DNA (emozione, sogno, fantasia) hanno bisogno di scenografie sofisticate e costose…


Parliamo della grande passione dei lettori di “TheParks”: le montagne russe.
Già sappiamo che Rainbow Magicland avrà due rollercoaster della ditta Maurer Sohne: il primo sarà un Launched coaster, il secondo, sarà uno Spinning indoor.
Come saranno tematizzate queste due attrazioni? Avete già pensato a che nome dare loro?

Ai nomi delle attrazioni stiamo ancora lavorando, ma vi terremo informati! Però posso dirle che il Launched Coaster è un macchina di ultima generazione, a vettura singola e performante, a lancio magnetico. L’indoor spinning coaster così come lo stiamo realizzando è unico in Italia ed è il migliore sul mercato.


Rainbow Magicland non è stato ancora inaugurato, ma voi avrete senz’altro delle idee per un’espansione futura. Se il parco avrà successo, quanto attenderete prima di fare un nuovo investimento consistente per una nuova attrazione di alto livello? (Da appassionati di attrazioni “mozzafiato” pensiamo, per esempio, ad un nuovo rollercoaster, magari della Intamin AG (ditta che spopola in America e che, anche in Italia -con “Senzafiato” di Miragica e “iSpeed” di Mirabilandia-, è diventata sinonimo di Adrenalina.)

Sono previste zone di espansione, certamente, …ma… Una cosa alla volta!


Possiamo supporre che il bacino di utenza atteso da Rainbow MagicLand vada ben oltre i confini del Lazio. Nelle intenzioni di Alfa Park, quale sarà la marcia in più di Rainbow MagicLand rispetto agli altri parchi che già esistono in Italia?

Abbiamo una marcia in più: Rainbow MagicLand è l’unico parco in Italia programmato fin dalla sua progettazione ad avere un’unica tematizzazione: LA MAGIA


Fate un piccolo regalo ai lettori di “TheParks”. Rivelateci qualcosa che ancora non sia stato detto in conferenza stampa o per vie ufficiali che ci invogli ad accorrere in massa all’inaugurazione di Rainbow MagicLand.

Puntiamo ad un’attrazione unica sul mercato italiano ed europeo, aspettiamo i lettori di “TheParks” per scoprirla insieme!

Rainbow MagicLand sarà inaugurato la primavera prossima, la società che detiene il parco è la stessa che l'anno scorso ha inaugurato il parco pugliese di Miragica .
A cura di Carla Felli e Davide Capodieci.

Commenti

  • 05 luglio 2010
    Dr.Pest dice: ...come si direbbe su facebook... "Mi piace!"
  • 08 luglio 2010
    Hermy dice: Speriamo bene dai. Spero di poterlo visitare prima o poi nonostante sono parecchio lontana...
  • 12 luglio 2010
    FaZo dice: molto interessante e pieno di speranza nella riuscita di un parco di buon livello!!!

Per lasciare un commento bisogna essere registrati: Login o Registrati.