Mirabilandia Analisi dei risultati 2016 e prospettive future

Se ti è piaciuta la notizia, seguici su facebook

Mirabilandia Analisi dei risultati 2016 e prospettive future

Mirabilandia, il secondo parco di divertimenti in Italia per numero di visitatori e tra i maggiori del gruppo Parques Reunidos, è ritornata a crescere, come riporta il bilancio del 2016 e i ricavi di €37,4 milioni (+4,5%).
Le ragioni principali alla base di quest’ottimo risultato sono date dalle durevoli e favorevoli condizioni meteorologiche che hanno garantito una crescita (secondo Federarberghi) dei turisti in Emilia Romagna e, in misura inferiore, da un investimento di €3 milioni (Capex/Revenues, 8%) per Far West Valley, un’area tematica inaugurata lo scorso anno con tre nuove attrazioni a target familiare.
Inoltre, grazie ad una rinnovata politica di efficienza dei costi, l’EBITDA raggiunge i €10,4 milioni (+13,1%) e l’utile d’esercizio tocca i €3,01 milioni (+32,4%).
Nonostante gli ottimi risultati, il futuro immediato della società è incerto: con una costante crescita del Patrimonio Netto, ora a €72,2 milioni, e un mercato ormai saturo a causa di un bacino d’utenza limitato, il ROE (4,17%), è destinato a ridursi. A ciò si aggiunge anche che l’assenza di una strategia, che veda importanti investimenti sostenuti in maniera ricorrente nel tempo, sta minando il futuro della società. Questo in quanto i visitatori risultano ormai eccessivamente dipendenti dalle condizioni meteorologiche e/o dai prezzi offerti, obbligando così il parco a un continuo taglio dei costi per generare valore nel tempo.
Ma anche il futuro del parco nei prossimi anni non è del tutto chiaro. Le possibili espansioni, infatti, sono limitate da alcuni errori del passato, come quello di aver costruito un parco di divertimenti in un’area circoscritta da alcuni laghi prima e poi aver inaugurato un parco acquatico in una posizione senza potenziale così che Mirabilandia sembra essere ormai a “fine stagione”: gli investimenti proposti hanno lo scopo di rallentare la naturale contrazione nel numero di visitatori con la speranza però, anno dopo anno, di avere condizioni meteo favorevoli così da presentare degli ottimi risultati che sembrano sempre in crescita.
Questo a meno che il parco non inverta il trend attraverso, per esempio, la costruzione di nuove attrazioni e aree in grado di portare una crescita permanente nel numero di visitatori oppure attraverso un forte riposizionamento del brand sul territorio nazionale. Il tutto ovviamente senza tralasciare l’importanza di una maggiore attenzione nei confronti del Merchandising e Food&Beverage che possono rispondere alle esigenze di cassa nel breve periodo e, a parità di investimento sostenuto, generare validi ritorni economici.
Articolo redatto da Giacomo Bellinzoni

Mirabilandia: focus on fiscal year 2016 results and future outlook

Mirabilandia, the second main theme park in Italy in terms of attendance and one of the most important in Parques Reunidos's Group, has returned to growth, as it reports the revenues of €37,4 million (+4,6%).
The main reasons behind this outcome are the persistency of favorable weather conditions, that guaranteed a growth (according to Federarberghi) in number of tourists in the region and, to a lesser extent, the launch of the €3 million investment (Capex/Revenues, 8%) for Far West Valley, a family themed area with 3 brand-new family rides opened on June 2016.
Moreover, thanks to a refreshed cost-efficiency policy, the EBITDA touches to €10,4 million (+13,1%), and the net profit reaches €3,01 million (+32,4%).
Despite these great outcomes, the company's near future is less certain than thought: with steadily increasing in Net Assets, now €72,2 million, and a market saturation due to a narrow catchment area, the ROE (4,17%) is doomed to flatten. Moreover, the lack of a strategy of important and recurring investments is undermining the company's future making the attendance excessively dependent on the weather and/or price conditions, so that a costs-cut is the only way to generate value.
But in the next years, park’s future is still not clear at all too. The doable expansions are closed off due to a wrong "path dependence": from a theme park enclosed by some lakes before and a Water Park built in a unfavorable location after, Mirabilandia seems to be aged at this point. All the soft investments are made in order to slow the natural reduction in the attendance down, with the hope, year after year, to have great weather conditions so as to report nice fake-growth outcomes.
This, unless to reverse the trend with, for instance, a new brand strategy or new rides and theme areas in order to lead a permanent growth in attendance. But sure also with a more stable focus on the importance of Merchandising and Food&Beverage that can meet the need of short term cash flows and, for equal investment, generate valid returns.
Giacomo Bellinzoni

Commenti

  • nessun commento

Per lasciare un commento bisogna essere registrati: Login o Registrati.