Mirabilandia Apre la stagione 2007

di (Penny),
Se ti è piaciuta la notizia, seguici su facebook

Sedicesima stagione di apertura per Mirabilandia, il primo sotto la gestione Candover. Sicuramente la maggiore novità 2007 è Rararonga, attrazione acquatica ancora in cantiere che sorgerà al posto di Katapult (ora smontato vicino all’area Beach).
I lavori, tuttavia, sembrano ancora ad uno stato primitivo. La data segnalata ufficialmente per l’apertura è il 30 maggio, ma – si sa – in questi casi i ritardi sono di routine e, dalle foto pervenuteci, prevediamo che ci vorrà almeno un mese in più per provare la nuova attrazione. Inoltre, il percorso è chiaramente di ridottissima lunghezza, sviluppandosi semplicemente ad U intorno alla stazione. Speriamo, quindi, in una bassa velocità delle imbarcazioni, per garantire una decente durata dell’esperienza. La queue line, in legno, è già stata realizzata dal lato Scuola di Polizia.
A proposito di queue line, è da segnalare che Ghostville ha subito un notevole allungamento della linea di attesa, aggredendo parte dell’adiacente collinetta. Fortunatamente è stata realizzata interamente coperta in modo da procurare ombra preziosa nelle giornate afose. Ma il 2007 si può considerare l’anno degli show. Sfruttatissimo è cinema di Piazza della Fama.
Fly me to the Moon è il nuovo film 3D che viene proiettato all’interno. E’ realizzato con le moderne tecniche di animazione e narra la storia di tre mosche che si infiltrano nell’Apollo 11 e raggiungono, insieme agli astronauti Armstrong ed Aldrin, la Luna. Lo show è diviso in due parti (con tanto di voce che lo specifica). La prima, in cui non è necessario usare gli occhialini, è una sorta di preshow in cui si narra dei “familiari” delle tre mosche che non trovano più i loro nipoti. Nella seconda parte, quella in 3D, le tre mosche partono per il Satellite, aiutano gli astronauti inconsapevoli a risolvere alcune difficoltà tecniche, e arrivano sulla Luna. Gli effetti del cinema sono decisamente migliorati rispetto agli scorsi anni. La rumorosissima vibrazione dei sedili è ora ridotta al minimo, come una piccola scossa, che si accompagna perfettamente col film. Inoltre, apposite lampade ai lati della sala, producono un effetto strombo in alcuni momenti del film. L’emozione è veramente assicurata.
Sempre all’interno dello stesso teatro viene effettuato, in orari diversi, il musical Basta un poco di Zucchero, ovviamente ispirato a Mary Poppins. Gli elementi scenografici in sala sono integrati con le proiezioni su schermo, che però risultano davvero carenti come grafica. E’ da segnalare come gli attori sono “spostati” dal palco. Attori arrampicati sulle incastellature in ferro che reggono le luci di scena, attori tra la sala o in equilibrio sui dispositivi per gli effetti “4D” della prima fila, Mary Poppins che si alza in volo.

Scuola di Polizia, invece, compie 10 anni. Pochi gli elementi scenografici aggiunti o modificati. Da segnalare, una “esplosiva” rampa stile premiazione per le competizioni automobilistiche e una nuova struttura sopra la prigione (che ricorda molto il set di Rambo a Movieland Studios). Anche la storia non si può dire che sia rivoluzionata, tanto che alcune voci “non live”, ovvero registrate, sono le stesse dello scorso anno. Ma fare la sua scena è il trattore stradale che entra in derapata e compie alcuni inseguimenti. Il finale è sempre con il Leopard, il carro armato visto già l’anno scorso. Ma lo spettacolo è comunque di ottima fattura, a nostro parere migliore dell’anno scorso, anche se al culmine dell’azione ci sono talmente tanti veicoli in scena che non si sa più dove guardare.
Altre animazioni sono svolte in Piazza della Fama, tra cui il vecchio Blues Brother Show e un nuovo “mini-musical” dedicato al Rock. Per quanto riguarda i piccoli accorgimenti, è da segnalare la vistosa ritinteggiatura di alcune zone di Autosplash, l’inserimento di due busti di Mike e Otto in Piazza del Levante e il continuo miglioramento di Bimbopoli, che quest’anno ha toccato il piccolo trenino per bambini. Sono infatti stati aggiunti alcuni elementi scenografici che, in realtà, richiamano molto DoReMi Farmi a Gardaland.

Commenti

  • nessun commento

Per lasciare un commento bisogna essere registrati: Login o Registrati.