Mirabilandia MIRABILANDIA - TUTTE LE NOVITA'

di redazione TP,
Se ti è piaciuta la notizia, seguici su facebook

Mirabilandia ha oggi, 24 marzo, ufficialmente aperto i battenti al pubblico. Per via delle discerete condizioni atmosferiche (nebbia, in particolar modo) le presenze non sono state molto numerose; in ogni caso è stato possibile ammirare tutti i piccoli ritocchi che stanno rendendo il Parco molto più gradevole alla vista.

SIERRA TONANTE:
Fine dei tanto criticati scossoni: ora il percorso presenta vibrazioni tipiche di un wooden coaster, emozionanti ma non eccessive. I treni sono stati completamente ridipinti, l'area queue line riqualificata e l'entrata ha ora una nuova insegna.

LEPROTTO EXPRESS:
Dopo alcune ore di test, il nuovo coaster L&T ha aperto al pubblico. Il percorso è a otto, con emozionanti curve paraboliche. Manca ancora la tematizzazione, che prevederà probabilmente frutta al centro del layout e una stazione a forma di carota.

MINI RAPIDE:
Completamente ritematizzate (a livello di una attrazione di Fantasy Kingdom, in stile fumettoso) secondo un tema invernale. Otto Leprotto pesca in un lago ghiacciato in compagnia di due pinguini.

DRIVE IN:
Oltre alle nuove rappresentazioni di star dello spettacolo sopra il tetto, il ritorante è ora allargato fin quasi alle Mini Rapide.

BIANCANEVE:
Nuova animazione a Bimbopoli: a fianco della Balena Amica è stato utilizzato un apposito spazio per uno show dedicato a Biancaneve e i setta nani. Per ora la qualità dello spettacolo non è sufficiente ma, a detta di Giancarlo Casoli, molti particolari sono ancora da rivedere.

SCUOLA DI POLIZIA:
Nuove scenografie (autodemolizione, carabinieri, vigili del fuoco, nuovo benzinaio) per uno show nuovo. Viene ripetuto due volte il parcheggio in derapata (che riscuote sempre molto successo) ed è stato reintrodotto l'uomo che prende fuoco. Nuova BMW elaborata che però compare solo brevemente.

RIO BRAVO e NIAGARA:
La queue line di Rio Bravo è stata completamente ricorperta da una tettoia in legno. La stazione di Niagara vede sostituite le pareti in plexiglas con il legno.

EL SOMBRERO:
Il ristorante, oggi chiuso, è stato ridipinto con colori molto vivaci all'esterno.

LOS GRINGOS SALOON:
L'ingresso al Teatro Atlantide è stato riportato nel vialetto che conduce a Katun ed è ora completamente ritematizzato in stile western (ora ha un senso la stazione di Pakal ritematizzata ultimamente). E non è tutto. Anche l'interno è stato fortemente tematizzato come un villaggio west, con un ufficio dello sceriffo, un cimitero e altri elementi tipici. La struttura andrà completata con rappresentazioni dei più famosi pistoleri esistenti. Lo spettacolo si presenta molto simile a quello dell'anno scorso, anche se sono presenti molti nuovi effetti speciali. La scenografia è stata leggermente arricchita con un accenno all'ambiente esterno a cui si accede tramite caratteristiche porte.

HURRICANE e LONDON BUS:
Hurricane si trova ora, smontato, nei magazzini nel retro del Parco in vista di una prossima vendita. London Bus svetta ora in Piazza della Fama ed è accompagnato da un altro autobus snodado come scenografia. A bordo è possibile ammirare il Parco addirittura fino a Katun.

LA LEGGENDA DEL CAVALLO BIANCO:
Il nuovo film per il teatro 4D sarà disponibile solo a fine mese, per via di alcuni ritardi dalla ditta americana produttrice.

ITALIAN BAYWATCH:
Ora in stile pirata; maggiori informazioni nei prossimi giorni.

PERSONALE:
Nuove divise per i dipendenti del Parco, con pantaloni beige forse un po' troppo anonimi. E' stata creata una figura unica come punto di riferimento per l'ospite, dato la nuova uniforme è per tutti gli addetti (tranne i che per i cuochi e per l'accoglienza).

In generale il Parco ha curato e riqualificato molte aree, ridipingendo molti elementi, creando nuove aiuole e ponendo molta attenzione ai dettagli. Presto su theParks.it potrete visionare le foto scattate oggi; per ulteriori informazioni vi consigliamo www.onlymira.com.

Commenti

  • nessun commento

Per lasciare un commento bisogna essere registrati: Login o Registrati.