preferiti (25) visitato (67)
Parco tematicoParco meccanico

Mirabilandia

| info@mirabilandia.it


Descrizione del parco di Mirabilandia

Mirabilandia

  • Anno:1992
  • Superficie:850000 mq
  • Visitatori annui:1800000
  • Tel:+(39) 0544 561156
  • Fax:+(39) 0544 560195
  • Indirizzo:Loc. Mirabilandia 48020 - Savio (Ravenna)

Social network

Mirabilandia, situata a Savio (comune di Ravenna), è il più grande parco divertimenti della Romagna e uno dei più importanti al livello nazionale ed europeo.
L'intero comprensorio di Mirabilandia si estende per 850.000 metri quadrati, di cui 400.000 occupati dal parco tematico-meccanico e 100.000 dal parco acquatico, Mirabilandia Beach, il cui accesso è distaccato ed indipendente dal parco principale.
L'area è ricca di verde ed ospita esemplari di germani reali e leprotti, diventati mascotte del Parco.

Fin dalla sua fondazione, Mirabilandia fu concepita con un occhio di riguardo per il target giovanile-adolescenziale. Infatti il parco debuttò con due attrazioni allora uniche in Italia: il Wooden Coaster Sierra Tonante e il River Rapids Rio Bravo.

Tra il 1997 ed il 2000 Mirabilandia diviene proprietà di un gruppo di azionisti a maggioranza tedesca che installa nel parco: Le Torri Gemelle (Free Fall Tower oggi ribattezzate Columbia e Discovery, rispettivamente di tipologia Space Shot e Turbo Drop), lo Shoot the Chute Niagara, lo Show acrobatico Scuola di Polizia e l'inverted coaster B&M Katun intorno al quale è stata anche molto ben curata la tematizzazione, in stile tempio Maya.

Nel 2006 Mirabilandia cambia nuovamente proprietà, passando alla spagnola Parques Reunidos. Il 2006 è anche l'anno dell'installazione della prima dark ride del parco: Ghostville.

Nel 2008 viene annunciato lo smantellamento di Sierra Tonante sulle cui ceneri sorgerà, nel 2009, iSpeed, launched coaster Intamin oggi divenuto vera punta di diamante della struttura.
La novità preannunciata per il 2011 è un dueling family coaster chiamato Max Adventure Master Thai, il cui tema sarà quello del misterioso oriente.

[Redatto il 14/03/2011]

Notizie su Mirabilandia (108)

Video di Mirabilandia (6)

Ultimi album fotografici di Mirabilandia

Focus

Commenti

Per lasciare un commento bisogna essere registrati: Login o Registrati.

  • 16 luglio 2010
    Penny dice: Qualcuno è cresciuto con Gardaland... io invece sono cresciuto con Mirabilandia. Lo seguo ormai annualmente dal 92 quando ancora c'era Fiorello a rappresentarne l'immagine mediatica. Con tristezza ho assistito all'abbattimento di Sierra Tonante; ma i cambiamenti si sa sono necessari. E giusto per la cronaca io voto KATUN ;)
  • 17 luglio 2010
    Dr.Pest dice: io non sono cresciuto nè con gardaland nè con mirabilandia..poi un giorno ci fu la scoperta di questo parco a pochi chilometri da casa..disastro! Ormai è meta di pellegrinaggio da 10 anni a questa parte! Secondo me inizia ad esserci tutto il necessario per portare l'adrenalina alle stelle!! ..katun, ispeed, le torri, niagara, qualcosa di più rilassante come rio bravo o autosplash, reset o il freschino di ghostville! XD ......e pakal !!!!!! :D che altro ?!?
  • 18 agosto 2014
    birmano dice: Sono stato quest’anno a Mirabilandia dopo due anni di assenza… generalmente ci vado una volta all’anno fin da quando sono piccolo quindi lo conosco bene come parco. Ammetto che a Mirabilandia ci sono attrazioni che da sole valgono il prezzo del biglietto e di livello Europeo se non Mondiale (I-speed, Katun, Reset, Niagara, Columbia e Discovery). Devo dire però che nonostante gli sforzi fatti, il parco lo trovo ancora insipido… ha aree tematizzate solo parzialmente o non tematizzate affatto, spesso si notano aree dove non si capisce dove i temi passano da uno ad un altro (ad esempio pizza della fama, anche la zona 24ore, ma anche altre…) . Aree centrali del parco lasciate completamente vuote e inutilizzate dove prima nascevano attrazioni anche di buon livello (Family Adventure e Mongolfiere) rimosse senza essere sostituite. Ovunque si vedono tipi di pavimentazioni accostati e aiuole non curate con delimitazioni non presenti che permettono a guest poco rispettosi di utilizzare questi spazzi decorativi per campeggiare e dormire . La viabilità interna è parecchio contorta e spesso per raggiungere un’attrazione si fa veramente fatica, io i sentieri li conosco a memoria ma molti guest li vedi in difficoltà con cartina alla mano. Incredibile da parte mia è come attrazioni ormai datate vengono mantenute funzionanti dal punto di vista meccanico ma la loro tematizzazione va, anno dopo anno, a scomparire come ad esempio Autosplash e Rio Bravo (qualcuno ha mai notato come la cascata finale del Rio Bravo affianco della lift finale sia spenta da anni? Si possono notare ancora le canalette che portavano l’acqua) . E ancora la nave di legno in entrata ormai è sparita pure lei poverina… come è sparito il viale tematizzato di accesso a Reset, per essere sostituito da una recinzione metallica con rete ombreggiante da una parte e da una recinzione costituita da fogli di rete elettrosaldata utilizzata in edilizia dall’altra. Altre attrazioni invece sono rimaste in un limbo perenne con una tematizzazione sospesa aspettando non si sa bene cosa, come la famosa Master Thai dove viene abilmente mescolata una tematizzazione stupenda della stazione con il nulla più assoluto dei binari e della strada confinante col parco. Un parco che si fregia di avere prototipi unici di attrazioni e che però non è in grado di far provare al pubblico in quanto fuori uso per settimane o comunque non utilizzabili, senza preoccuparsi dei fornire informazioni ufficiali (mediante social o il sito ad esempio) per chi vuole organizzare una visita al parco. Vanto nel periodo di halloween sono il walk through presenti per il parco fatti di una qualità bassissima ed economica che se viene accettata ad ottobre non può trovare motivo di esistere nel resto dell’anno rovinando ancora una volta l’ambiente (vedi coda Phobia e Niagara). Tutto il settore artistico del parco è veramente di basso livello nonostante le strutture esistenti, gli spettacoli sono mediocri e di basso livello partendo da quello di benvenuto fino a quello del coca-cola Theater fino all’ultimo di piazza della fama che ripercorre le canzoni rock più famose in un musical pessimo e fatto con uno sforzo minimo da quel che si vede. Unica eccezione lo fa lo storico spettacolo Scuola di Polizia, anche se pure questo ormai risulta senza una storia comprensibile ai più e ridotto a sole evoluzioni di stuntman e contraddistinto da una scenografia mal messa e identica da anni, è da chiedersi il perché allora voler far esistere una trama? Ultimo mio appunto va allo spettacolo di punta del parco per il 2014 ossia Midendhil, non entro nell’aspetto artistico… ma tecnico. Il palco e la struttura è veramente terribile, è la prima cosa che si nota entrando al parco ed è un ammasso di strutture metalliche ed elementi galleggianti orribili, non tematizzati e di notevole impatto che denotano l’intenzione di ottenere un risultato senza il minimo sforzo a rendere l’ambiente piacevole alla vista. Pure la fila di fontane poste al centro del grande lago hanno perso la loro cornice in finta roccia che nascondeva, fino all’anno scorso, i vari ugelli per l’acqua. In conclusione ho trovato un parco ingrandito e con un’offerta maggiore ma con una qualità veramente bassa non di certo competitiva con i parchi nazionali esistenti, che stanno sorgendo in Italia negli ultimi anni e con parchi presenti nell’Europa.

 

posizione geografica di Mirabilandia

Posizione geografica di Mirabilandia

Guarda Mirabilandia attraverso le foto satellitari dei principali servizi di mappe online.

 

Strutture vicine a Mirabilandia

(Distanza da Mirabilandia)